Le colture più redditizie

371

Cosa conviene coltivare e quali sono le colture più redditizie che possono essere prese in considerazione?

Tartufi, funghi e frutti di bosco, zafferano, bambù sono tra le attività agricole sicuramente più redditizie.

La coltivazione del tartufo per esempio ha bisogno di un terreno con caratteristiche specifiche, soprattutto perché è un tubero che vive in simbiosi con altre piante: il nocciolo o la quercia. Per questo la sua coltivazione è limitata in zone specifiche in Italia.

I frutti di bosco richiedono un habitat specifico, quello del sottobosco. E’ necessaria tanta umidità e molta acqua.

La coltivazione dei funghi può essere fatta in maniera artificiale.
Serve acqua e luce anche artificiale.

Lo zafferano è una pianta bulbosa i cui stimmi vengono poi adoperati in cucina. È molto costoso. Questa pianta, è resistente sia alle temperature invernali che a quelle estive. Richiede attenzioni particolari per quanto riguarda irrigazione, tipologia del terreno e difesa da piante infestanti.

Il bambù è una coltivazione che si presta a molteplici usi, da quello alimentare a quello dell’edilizia e dell’abbigliamento. Tra le coltivazioni sembra essere quella che richiede meno cura, poiché va annaffiata solo per il primo anno e poi solo nei periodi di siccità

 

SHARE