Bonus verde per giardini e terrazzi: tutto quello che c’è da sapere

172

Il Bonus verde è una delle principali novità introdotte dalla Legge di Bilancio del 2018. Consiste in una detrazione del 36% delle spese effettuate per la sistemazione di giardini, balconi e terrazzi, anche condominiali, e per il recupero del verde storico. Cos’è nel dettaglio, a chi spetta e come ottenerlo.

Il Bonus verde rappresenta una gradita novità, se avete in programma una risistemazione del verde domestico o di quello condominiale.
Parte, da quest’anno il Bonus verde, la nuova detrazione fiscale prevista dalla Legge di Bilancio approvata lo scorso ottobre 2017 dal Consiglio dei Ministri.

La detrazione consente di recuperare il 36% delle spese sostenute fino a un massimo di 5.000 euro ed è esteso a tutte le tipologie immobiliari. In poche parole, chi deciderà di sistemare il verde in aree scoperte di proprietà o in aeree comuni potrà accedere alle agevolazioni previste.
Si tratta di una detrazione fiscale e non di un incentivo per finanziare lavori I pagamenti dovranno essere tracciabili, anche se su questo punto l’Agenzia delle Entrate ha dimostrato una maggiore flessibilità rispetto alla detrazione per interventi di ristrutturazione ammettendo anche assegni e non necessariamente bonifici parlanti. Attenzione però perché per la richiesta del bonus verde non sono ammessi pagamenti in contanti.

SHARE